Come distinguersi dalla folla

Perché un consumatore si innamora di un brand? Esiste ancora la fedeltà al marchio? La percezione che i consumatori hanno di un brand/prodotto è connessa alla realtà che vivono ogni giorno. Per distinguersi dalla folla bisogna tener conto di questa realtà e lavorare su di essa.

distinguersi dalla folla

Ormai il numero di brand presi in considerazione dal consumatore nella decisione di acquisto sono aumentati considerevolmente rispetto a 10 anni fa. Spesso l’acquirente inserisce una sorta di “pilota automatico” che lo porta a comprare prodotti sulla base di esperienze precedenti con gli stessi o con i marchi, più che per fedeltà.

Per un brand è importante impostare una strategia di marketing che lo faccia notare e scegliere dal consumatore. Al riguardo, Bayron Sharp - nel suo libro “How brands grow” - identifica nel Mass Marketing la soluzione per raggiungere i consumatori di una certa categoria di prodotti indiscriminatamente, focalizzando gli sforzi su due fattori:

Disponibilità fisica: massimizzare la distribuzione per garantire che i prodotti siano facilmente acquistabili
Disponibilità mentale: creare dei forti asset iconici legati al prodotto/brand e comunicarli in modo costante e distintivo così che possano legarsi alla memoria dei consumatori

Una grande presenza sul mercato e una forte identità visiva sono certamente elementi importanti ma non bisogna dimenticare di confrontarsi con la realtà, con ciò che accade ad ognuno di noi nella vita di tutti i giorni. Uno studio Nielsen dimostra infatti come la pubblicità più credibile venga direttamente dalle persone che conosciamo e di cui ci fidiamo: l’83% degli intervistati, a livello globale, afferma di fidarsi delle raccomandazioni degli amici e della famiglia. Persone reali, dunque, a loro vicine. Ma la fiducia non si limita solamente a questa cerchia ristretta: il 66%, infatti, dice di fidarsi delle opinioni dei consumatori pubblicate online, che non conosce quindi personalmente.

Sono le esperienze reali che formano la percezione che un consumatore ha di un particolare prodotto o brand. La sfida è perciò quella di conoscere i propri consumatori ed incorporarli nella propria strategia di marketing. Informando, educando le persone e fornendo loro strumenti quali campioni da testare, contenuti esclusivi, vicinanza al brand, …, è possibile ottenere un fruttuoso passaparola. Lavorando sull’awareness e migliorando contenuti e qualità delle conversazioni circa un particolare prodotto/brand, si va automaticamente a modificare la percezione che ne hanno i consumatori, aumentando le probabilità che quel prodotto/brand si distingua dalla folla.

trnd lavora in questa direzione, aiutando i brand a crescere grazie all'identificazione, educazione ed attivazione di consumatori che amano lavorare con i marchi per aiutarli nella loro strategia di marketing.

« Pagina precedente
Prossima pagina »